Latte per tutti!

L’intolleranza al lattosio più che una reale patologia è un normale processo fisiologico frutto dell’evoluzione umana. Il lattosio contenuto nel latte viene scisso in glucosio e galattosio nel nostro intestino ad opera di un enzima che si chiama lattasi.

L’evoluzione ha fatto si che questo enzima sia molto sviluppato nei neonati e che vada decadendo nel corso del tempo a partire dalla fine dell’età dello sviluppo (10-14 anni) fino a scomparire totalmente nell’adulto che, teoricamente, non avrebbe più bisogno di latte avendo completato lo sviluppo sia delle ossa che delle strutture nervose, nonchè del sistema immunitario.

In realtà, forse a causa del continuo uso di latte anche oltre l’età dello sviluppo, si è diffusa nella popolazione europea una mutazione del gene della lattasi che lo mantiene sempre attivo!

Tale mutazione è casuale tanto che in alcuni soggetti è presente e in altri no e fa sì che alcuni di noi possano digerire tranquillamente il latte, mentre altri non riescono a farlo manifestando i sintomi di un’intolleranza a seguito del suo consumo.

Il lattosio che rimane indigerito nell’intestino viene fermentato dalla flora batterica intestinale e causa diarrea, dolori addominali e produzione di gas.

Gli intolleranti al lattosio possono comunque continuare a consumare il latte e i suoi derivati facendo attenzione a che questi prodotti siano senza lattosio!

I prodotti delattosati garantiscono una buona tollerabilità per la maggior parte dei soggetti a meno che l’intolleranza non sia talmente grave da impedire di tollerare anche le più piccole dosi di lattosio che permangono necessariamente nei prodotti delattosati anche a seguito del trattamento effettuato per eliminare lo zucchero incriminato.

In ogni caso esistono in commercio vari tipi di latte delattosato altamente digeribili, addizionati con vitamine e sali minerali per garantire un corretto apporto nutritivo anche ai soggetti intolleranti.

E voi che ne pensate? Quale tipo di latte preferite di più?

Un saluto e alla prossima rubrica.

Informazioni su Marilena Grassihttps://marilenagrassiblog.wordpress.comTarantina di origine, Biologa nutrizionista per amore. Il mio ruolo è quello di fornire una guida nell'intricato mondo dell'alimentazione. Perchè il cibo è una passione e nutrirsi con amore il segreto del benessere.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...